L’INGANNO DELLA MENTE

mente

La mente è la parte di noi che viene alimentata maggiormente fin dalla nascita. Da quando siamo piccoli apprendiamo velocemente e senza giudizio tutte le informazioni che abbiamo intorno. Ereditiamo i modelli comportamentali dai nostri genitori e dei nostri parenti e replichiamo in maniera automatica quello che impariamo. Poi entrano in gioco la scuola e la società, con le loro regole e modelli comportamentali da implementare e da seguire. Tutto ciò per essere integrati nella società ed essere accettati. Quando entriamo in crisi e percepiamo che c’è qualcosa di sbagliato in questo sistema di apprendimento veniamo trattati come malati. In quel momento siamo in pessimo stato psicologico e la società cerca di “curarci”. Da qui le cose si complicano e abbiamo due possibilità: ricadere nella rete e rinunciare alla nostra individualità o rialzarci e cambiare il nostro modo di ragionare.

Ma in fondo cos’è la mente? Perché a volte diventa incontrollabile? Da dove arrivano tutti i pensieri?

Queste sono alcune delle moltissime domande che ogni giorno colpiscono milioni di persone. Ma tutte queste domande hanno una risposta?

Sì. Love and Gratitude

Non solo, è anche possibile riprogrammare i pensieri che ci mettono in crisi ed essere liberi dalla schiavitù mentale. Ma prima di arrivare a questo devi sapere alcune peculiarità sulla mente: ogni giorno la nostra mente conscia filtra una piccolissima percentuale della totalità delle cose. Nel frattempo il motore centrale del cervello elabora una quantità immane di dati, per essere precisi intorno ai 40 miliardi di dati. QUARANTA MILIARDI! Se consideriamo che un film è composto da 4 miliardi di dati è come se il nostro cervello vedesse 10 film in un solo secondo. 

Ma dove vanno a finire tutti questi dati?

TRE STATI DI COSCIENZA

mente-conscio-inconscio

Sigmund Freud tramite i suoi studi afferma che fin dagli arbori della storia umana esistono tre stati di coscienza mentale: La mente subconscia, la mente conscia e la mente superconscia.  Andando a ritroso molte culture antiche conoscevano perfettamente questi livelli di coscienza e in base ad esse erano capaci di manifestare alcune trasformazioni che per la società odierna vengono considerati dei “miracoli”, per esempio le guarigioni spontanee tramite l’ipnosi egizia.

Tornando ai nostri tre stati di coscienza partiamo parlando della mente conscia:

La mente conscia

La mente conscia è la parte più piccola del nostro cervello che utilizziamo in stato di veglia e ci serve per leggere, parlare, ragionare e ogni azione che compiamo mentre siamo svegli. Essa utilizza 20.000 neuroni e in questo stato siamo in grado di ricevere 2000 dati e di elaborarne 5 al secondo*. Ciò significa che possiamo concentrarci su pochissime cose contemporaneamente senza entrare in confusione. Se mentre stai leggendo cerchi di sentire come sta il tuo piede hai bisogni di distogliere l’attenzione dalla lettura. Per questo la mente ha bisogno di filtrare le informazioni intorno a noi per renderci possibile vivere. Pensate se ci dovessimo occupare ogni secondo di battere le ciglia oppure a far battere il cuore. Saremmo costantemente in tensione!

Perciò chi si occupa di fare queste cose?

La mente subconscia

La mente subconscia ha la funzione far lavorare in maniera automatica il nostro organismo ed è quella che può essere definita il nostro database principale, dove tutte le informazioni che riceviamo vengono archiviate, senza badare alla provenienza o al giudizio che abbiamo di esse. Quei 40 miliardi di dati, di cui ho parlato in precedenza, finiscono qua, elaborandone 2 milioni e mezzo al secondo*. Quando vogliamo imparare a guidare all’inizio è faticoso perché ci dobbiamo occupare di tantissime cose contemporaneamente: schiacciare la frizione, mettere la prima, alzare la frizione piano e accelerare piano, mettere la seconda, girare il volante, mettere la freccia, guardare la strada, le macchine attorno, il semaforo, i pedoni, gli animali e moltissimi altri fattori. All’inizio tutto questo è impossibile, poi con la pratica diventa possibile, fino a che riusciamo a guidare in maniera automatica. Questo avviene perché le informazioni che abbiamo appreso fanno ormai parte del nostro subconscio. 

Riassumendo la mente conscia riceve 2000 dati e ne elabora 5 al secondo, mentre la mente subconscia riceve 40 miliardi di dati al secondo e ne elabora 2 milioni e mezzo*. La società di oggi è basata sulla costruzione della persona tramite la nostra mente conscia. Folle ma vero. 

Inoltre qui risiede il nostro Ego. Tutte le nostre convinzioni, schemi e abitudini sono racchiuse nel nostro subconscio, perciò le nostre decisioni sono influenzate da esso. TUTTE. Se crediamo radicalmente in una determinata cosa, difficilmente possiamo cambiare questo schema. Attraverso l’ipnosi si può entrare nel subconscio per conoscere la vera causa dei nostri blocchi. Ma come correggerli? 

La mente super-conscia

La mente super-conscia è quello stato di coscienza che si raggiunge quando siamo in meditazione. Da questo stato possiamo correggere le nostre credenze limitanti e trasformare in meglio la nostra vita. Quando siamo connessi attingiamo al nostro massimo potenziale e non ci lasciamo più influenzare dal nostro Ego.

Meditare calma la mente ed aiuta a pensare in maniera costruttiva. Se sei una persona che medita spesso quest’esperienza l’hai vissuta più volte. Se invece hai la “mente scimmia”, una mente incontrollata che passa da un pensiero all’altro senza lasciarti spazio, ti consiglio di iniziare a fare delle meditazioni guidate per guarire la tua mente. Ce ne sono moltissime su Youtube, basta cercarle! All’inizio non sarà facile entrare nello stato meditativo perché il mentale cercherà di deviarti con i pensieri, ma con la pratica vedrai che ne uscirai fuori dal loop della mente e riuscirai a controllarla anziché farti controllare.

Love anmeditazioned Gratitude

METTERE IL TURBO AL PROPRIO CERVELLO

Una cosa molto importante: quando siamo bloccati, ci sentiamo in palla e ci facciamo travolgere da pensieri ed emozioni negative la mente conscia utilizza solo 1.000 neuroni a fronte dei 20.000 detti in precedenza. Quando siamo in stato meditativo la mente mette il turbo ed arriva ad usare 40.000 neuroni*!

In questo modo possiamo davvero portare cambiamenti significativi nella nostra vita e raggiungere i nostri obiettivi. In fondo ciò che ci blocca maggiormente è la paura.

La paura è la principale causa del nostro malessere ed ognuno ha le sue: la paura di non valere abbastanza, di non essere all’altezza, di mettersi in gioco e la paura di esprimere la nostra luce.

Non abbiamo motivo di vivere nella paura. Abbiamo tutte le carte in regola per mettere in ordine la nostra vita perciò perché farci abbattere da queste energie?

Il potenziale umano è infinito se viene indirizzato nella giusta direzione. Trova la tua passione e legala a un bisogno del mondo. Così facendo sarai riuscito a trovare la formula per il successo, il tuo successo. Fai le cose con amore e sii grato per quello che hai. Non tutti hanno la fortuna di avere quello che hai. Anche se hai poco, milioni di persone vivono con niente e vivono felici! 

Love and Gratitude

*Dati tratti dal libro Spiritual Quantum Coaching di Giovanni Volta edizione l’Età dell’Acquario del 2014.